Il Brunch della Domenica (e per certi versi anche del Sabato)

Il brunch a Milano (ed ai milanesi) piace! 

Devo dire che non c'è davvero nulla di Milanese nel brunch "tradizionale" ma qui da noi ha cambiato fisionomia, linguaggio, ritmi e siamo stati bravi ad adeguarlo alle nostre esigenze. 
Io preferisco fare il brunch di domenica, da quando vivo a Milano l'ho associato al giorno di festa. 

Piace a me e  posso dire che piace un po' a tutti! 
Il brunch è per le famiglie, le coppie, gli studenti, i nerd, i fashion, i giovani ed i meno giovani... il brunch piace c'è poco da aggiungere!

Piace per gli orari flessibili, generalmente inizia verso le 11.30/12 ed in molti posti si va avanti fino al pomeriggio inoltrato. 
Piace perché a pensaci bene è occasione d'incontro, per incontrare vecchi amici o per farne di nuovi, chissà! 
Piace per l'atmosfera che si crea, soprattutto nelle soleggiate domeniche primaverili a me sembra quasi magica!
Piace perché il brunch ha costi accessibili ed è adattato ad ogni tasca. Il servizio è semplice (spesso ci si serve da soli) e prevalentemente a buffet.

Ti presento un po' di posti che frequento solitamente e che trovo davvero interessanti per l'offerta gastronomica, il prezzo e l'atmosfera. 
Ah un consiglio, se mi stai leggendo e stai pensando di fare brunch questo fine settimana... ricorda di prenotare con un po' di anticipo!  

Buona lettura ;-)

Fonderie Milanesi

La prima volta, lo ammetto, non è stato semplice trovare le Fonderie Milanesi. 
Ricordo bene, entrai da un anonimo cancello su strada dal quale si poteva scorgere il cortile ricoperto da sassi e ghiaia. 
Attraversai il vialetto sul quale si affacciavano officine, vecchi depositi e case di ringhiera della Vecchia Milano... alla fine vidi l’insegna "Fonderie Milanesi" (per tua informazione, in quel vialetto oggi ci sono molti altri locali. Il vialetto ha preso vita!)

Una volta attraversata la porta d'ingresso del locale scoprii uno spazio bellissimo. 
Struttura industriale, una vecchia fonderia finemente ristrutturata e convertita in locale alla moda con un delizioso giardino interno ed un profumo intenso di gelsomino in fiore. Ricordo molto bene quella domenica di fine maggio del 2015: il brunch della domenica in fonderia, piatti ben preparati, ottimo caffè americano ed un'atmosfera davvero magica!

A distanza di anni è per me sempre una scelta giusta. L'atmosfera è rimasta la stessa in questa oasi di pace protetta dal traffico cittadino e da ogni rumore.


COSA SI MANGIA: un ricco buffet con antipasti, contorni e dolci. Insalate, sformati di vario tipo, taglieri di salumi e formaggi, salmone marinato, dolci e caffè. In più c'è un piatto da ordinare, che viene servito al tavolo, a scelta tra cheeseburger, panino con straccetti di pollo, uova strapazzate, omelette, ecc..


CHI CI TROVI: ambiente giovanile, italiani e molti stranieri. Studenti ma anche famiglie. Coppie ovviamente. E' un'ottima scelta a mio avviso sia per la quantità/qualità del brunch che per la piacevole atmosfera.


QUANDO ANDARE: domenica dalle 12:30 alle 15:30. Spesso c'è il brunch anche di sabato, chiamare però per averne la conferma ed è assolutamente necessaria la prenotazione (soprattutto per il brunch della domenica dove l'affluenza è notevole). Il prezzo è 25 euro ed include buffet, piatto a scelta, caffè ed altre bevande, dolce.


DOVE SI TROVA: le Fonderie Milanesi sono in via Giovenale, 7 poco fuori dal centro di Milano in una zona compresa tra Porta Romana (M3) e piazza XXIV Maggio (la Darsena ed i Navigli per intenderci). Per info e prenotazioni chiama (+39)0236527913 oppure invia una mail info@fonderiemilanesi.it. Il sito web è www.fonderiemilanesi.it, è sui social Facebook ed Instagram (@fonderiemilanesi).


COME RAGGIUNGERE: dal Bed And Breakfast vanno considerati circa 15 minuti in taxi, la scelta indubbiamente più comoda. Altrimenti trasporto pubblico circa 25/30 minuti. Può essere un'esperienza per gli ospiti (soprattutto gli stranieri) che vogliono utilizzare il vecchio tram a Milano. C'è la fermata dei Tram 9 e 15 a pochi passi dalle Fonderie Milanesi. 


Fonte immagini dalla pagina Facebook e dalla rete

oTTo

Ho scoperto Otto per caso durante una passeggiata nella Chinatown milanese (se mi leggi mentre ti trovi al B&B e non ci sei ancora stato, ti consiglio di farci un salto. E' un quartiere davvero pazzesco!). In una piccola rientranza vieni catturato dalle good vibes di questo locale giovane e accogliente. 

Il primo approccio lo hai col dehors, permette di godere l’atmosfera del quartiere da una prospettiva un po’ in disparte.  

Entrando da Otto la prima impressione è di trovarti in un ambiente elegante e allo stesso tempo ospitale. 
Il design della sala è focalizzato sull’utilizzo di tavoli in legno da condividere, adatti sia per uno spazio di co-working che per fare quattro chiacchiere mangiando e bevendo qualcosa. Ci sono anche piccoli tavolini con delle deliziose sedie vintage.

E' questa la cosa che apprezzo di più di Otto! E' un locale poco convenzionale, molto originale ed a qualsiasi ora passi in zona puoi entrare.

Il servizio è come il locale, poco convenzionale! 
Ma ti dirò, mi piace un po’ di autonomia. Si ordina da bere direttamente al bancone facendoti incuriosire dalle proposte dei cocktail del giorno (sono otto giustamente) oppure ordinando il tuo drink preferito, trovi anche una buona scelta di vino e birre (tra cui il birrOtto). 

E per mangiare mi dirai? Compila la comanda che trovi insieme al menù quando arrivi, la consegni poi ai camerieri che torneranno con la tua ordinazione direttamente al tavolo. 


COSA MANGIARE: il format del brunch da Otto prevede un tagliere in cui potrai scegliere il quadrOtto accompagnato da un contorno, frutta, yogurt e caffè. Per capirci meglio i quardrOtti sono fette di pane in cassetta, guarnite con ricette particolari e preparate al momento. La scelta non è mai facile te lo anticipo, il mio preferito è quello con la tartare!


CHI CI TROVI: definirei la clientela molto eterogenea, è anche quello che ti colpisce quando entri. Ci trovi certamente ragazzi ma anche professionisti con il laptop, coppie, famiglie. 


QUANDO ANDARE: per il brunch tutti i weekend, sia sabato che domenica, dalle 12.30 alle 15. Non è possibile prenotare quindi ti consiglio di andare abbastanza presto, 12.30/13 è l'ideale secondo me. Il brunch da Otto costa 17 euro, tutto compreso: 1 quadrotto + 1 contorno + 3 sides + acqua + caffè americano + latte.


DOVE SI TROVA: in via Paolo Sarpi, 8. Otto è aperto tutti i giorni, 7 giorni su 7, dalle 10 del mattino alle 2 di notte tranne il lunedì, apre alle 19. Per info e prenotazioni invia una mail posta@sarpiotto.com (non hanno il telefono!). Il sito web è www.sarpiotto.com, ovviamente li trovi anche sui social Facebook ed Instagram (@sarpiotto).


COME RAGGIUNGERE: a piedi ci arrivi tranquillamente, in 10 minuti dal Bed And Breakfast di Via della Moscova 60, meno di 20 minuti dai B&B di Via della Moscova 27 e 29 (oppure poche fermate di bus linea 94)


Fonte immagini dai social di Otto